FOGGIA-LUCCHESE 2-3

 

aaaa.jpgInchinatevi! Lucchese sontuosa sul neutro di Vasto e non inganni lo striminzito risultato finale. Finisce 3-2 per la Favarin-band che le ha “suonate” di brutto all’ex Zemanlandia; nella prima frazione si è assistito ad un autentico monologo dei rossoneri che hanno chiuso sul doppio vantaggio a zero, dilapidando almeno altre 5-6 palle gol. Se la prima frazione si fosse chiusa con un 4-0, sarebbe stato il giusto epilogo e per i satanelli la partita sarebbe finita con 45 minuti di anticipo. Ma il calcio, si sa, è strano e la ripresa è li a dimostrarlo……

Mastro Favarin dimostra di aver preparato alla perfezione il match odierno e la sua Lucchese inizia subito a macinare geometrie a memoria e occasioni a ripetizione, peccato solo che la percentuale di realizzazione sia bassa; Ivanov, l’estremo di casa, fa il fenomeno in un paio di circostanze, ma gli avanti lucchesi eludono quasi sempre il fuorigioco e si presentano in maniera asfissiante dalle sue parti.

Marotta sbaglia un gol fatto e allora ci pensa Bertoli su azione d’angolo (cross di Grassi) a scardinare la fortunata difesa di casa; il gol era nell’aria e non poteva non arrivare…..

Ci si attende una reazione del Foggia che non c’è, la squadra di Zeman è in completa balìa dei rossoneri che, “registrati” a meraviglia da Carloto e con un Biggi ancora una volta devastante, fanno ciò che vogliono. Il gol del raddoppio arriva alla fine del primo tempo ed è ancora bomber Marotta (sul quale c’era anche un rigore abbastanza netto…), il quale appoggia in rete un altro assist di Grassi; 2-0 con l’unico “cruccio” di non aver chiuso definitivamente la pratica.

Ad inizio ripresa Zeman cambia gli esterni di difesa ed il Foggia ci prova; al 7’ Kone ribadisce in rete una respinta di Pennesi e riapre la partita.

Ora la Lucchese sbanda e il Foggia prende coraggio; al 29’ Insigne riceve un cross di Sau e di testa pareggia la contesa. Dopo aver visto il primo tempo, l’unica frase che esce dalla bocca di tutti è…..”…roba da matti….”.

La lucchese prova a riorganizzarsi e i padroni di casa tentano l’impresa, ma non hanno fatto i conti con Damiano Biggi che quando gli altri calano fisicamente, lui si diverte… Infatti al 36’ fugge ancora una volta a tutti e Ivanov non trova di meglio che stenderlo: rigore! Sul dischetto va Grassi e il “Gigio” rossonero non sbaglia, regalando la vittoria alla sua squadra.

Vittoria oltre il risultato, netta, meritatissima; il Foggia può ritenersi fortunato e non deve recriminare per il secondo tempo…..se la Lucchese fosse stata più cinica, la ripresa poteva anche non essere disputata…….

Un bel 7,5 come voto di squadra, con “locomotiva” ancora sugli scudi insieme a “Gigio” Grassi autore di un gol e di due assist e Carloto, autentico faro in mezzo al campo.

I Satanelli si sono inchinati alla Pantera, questa è la verità!

Che dire…..aumentano i giorni consecutivi in testa alla classifica (582) e le settimane (70), anche se i piedi devono rimanere ben piantati per terra.

Domenica non c’è la fiera, non c’è la serie A, le vacanze sono finite……vogliamo riempire lo stadio???

Al “teatro” Porta Elisa va in scena lo spettacolo, chi non viene non sa cosa si perde…..

Lo posso dire? Lo dico, porta bene…… SALUTATE LA CAPOLISTA!!!!!!!!!!

Giulio Castagnoli

FOGGIA-LUCCHESE 2-3ultima modifica: 2010-08-29T23:13:00+02:00da fouzire
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento