CAMPIONI

ab07c049a9.jpgCI siamo! Dopo una lunga e fantastica cavalcata, la Lucchese torna meritatamente e prepotentemente nei professionisti; poco importa se siamo soltanto in Seconda Divisione, perché il primo importante mattone è stato messo…e murato. Di fronte a 4000 spettatori, un record e un lusso per la categoria (considerando anche che si trattava di una giornata lavorativa per molti), un gol del lucchese Manuel Pera ha piegato le ultime velleitarie speranze ad un Gavorrano che poteva soltanto rovinare la festa, visto che il campionato praticamente è archiviato da ormai diverse settimane. La partita non la commento, è superfluo…..dico soltanto che Vitaliano Bonuccelli andava avvertito che il Carnevale è finito…si è presentato in maschera, mentre Damiano Biggi non ha visto palla, forse perché non conosce….l’Inglese; al Presidente del Gavorrano ricordo che…..vincendo a Lucca, andrà a -15 punti, mentre a mister Magrini dico che, con arbitraggi più giusti, il campionato era finito a gennaio!!! L’aria che si respirava questo pomeriggio al Porta Elisa era quella delle grandi occasioni e l’acquisto del nome e del marchio da parte della società ha riunito, com’era giusto che fosse, il pubblico che ha sempre seguito la Sporting Lucchese e quello legato alla Lucchese Libertas. Nessuna polemica, tutti insieme a cantare e spingere la vecchia pantera verso quella vittoria che CI ha fatto tornare ad essere orgogliosi di essere lucchesi. Fin dalle prime ore del mattino una quarantina di tifosi si sono riuniti in gradinata per preparare la coreografia, ma già nel tardo pomeriggio di ieri erano iniziate le grandi manovre; le “visite” di un tesissimo Gabriele Giuliani, di un “triste” (per il fatto che avrebbe voluto essere della partita) Emanuele Venturelli e di altri componenti della squadra, hanno scaldato ancora di più i preparativi. All’ingresso delle squadre in campo si sono materializzate ore e ore di lavoro e una splendida coreografia ha accompagnato le squadre al centro del campo; al gol della “zanzara rossonera” il Porta Elisa è esploso come ai vecchi tempi……la mèta si stava avvicinando….. Vedere Venturelli che, “travestito” da raccattapalle, è venuto sotto la gradinata per guidare con la sua esperienza la difesa contro gli ultimi assalti del Gavorrano, ha dimostrato ancora una volta lo spessore umano di questo grande, GRANDISSIMO gruppo. Gli ultimi dieci minuti della partita, sono stati vissuti in piedi da tutto il pubblico e quando l’arbitro ha decretato la fine delle ostilità, è stato un tripudio; molti di noi sugli spalti, si sono ritrovato abbracciati con le lacrime agli occhi, qualcuno con lo sguardo fisso verso il campo e gli occhi lucidi, mentre in campo lo spettacolo stava continuando. Parrucche rossonere per i giocatori rimasti ormai in costume e con la sola maglietta (a sorpresa, voluta dal gruppo) celebrativa per il ritorno in serie C sul retro, mentre davanti le foto di Sara e Stefano con la scritta “ANCHE PER VOI”, hanno commosso tutti. Cori sugli spalti e in campo dove, anche e soprattutto chi non ha giocato, ha gioito a lungo…tutti insieme appassionatamente!! Mocarelli, il più scatenato, ha “gavettonato” praticamente tutti e quando sono arrivati sotto la gradinata Paolo Giovannini e Giancarlo Favarin, sono stati giustamente portati in trionfo perché buona parte del merito, è sicuramente loro. L’apoteosi, quando il Presidente Giuliano Giuliani, visibilmente commosso e “stordìto” dalla vittoria e dal tanto entusiasmo, si è portato sotto i tifosi con il braccio alzato e il pugno chiuso in segno di vittoria; il massimo è stato raggiunto quando il Presidente ha chiesto un attimo di silenzio a quel migliaio di tifosi rimasti in gradinata e a chi chiedeva la C1 ha risposto, rigorosamente in “lingua lucchese”: “…in C1 vi ci porto il prossimo anno!”. Finalmente un Presidente-lucchese-tifoso!! Poi un migliaio di tifosi si è spostato sotto la tribuna, per omaggiare e ringraziare ancora una volta, Società, Staff, Squadra e tutti coloro che hanno reso possibile la “resurrezione”; e così siamo stati gavettonati dai giocatori che a sorpresa hanno “sfondato” le porte e si sono messi a lanciare cori, con Venturelli e Scandurra in primis. Diego Vannucci con una splendida parrucca rossa (sembrava Fiorella Mannoia…), è rimasto chiuso fuori dagli spogliatoi e così si è messo a far foto di rito, mentre Chadj, ormai in preda ad un raptus di gioia incontenibile, si è ritrovato in mezzo alla strada in mutande. Sui Viali della circonvallazione sono iniziati i caroselli di auto, ma il grosso della tifoseria è rimasto allo stadio a festeggiare. Negli spogliatoi Gabriele Giuliani (da pochi giorni “eletto” come il più simpatico dei dirigenti), emozionato oltre ogni limite, a stento riesce a parlare e viene “docciato” vestito, mentre Fabrizio Nieri, bagnato come un pulcino, ricorda ai microfoni di un’emittente locale, quando esultava da tifoso; le lacrime di Paolino Gianni, altro tifoso e oggi accompagnatore ufficiale, la dicono lunga sulla lucchesità dirigenziale…..vincere nella propria città, ha sicuramente un valore doppio!! Una bolgia irrefrenabile che ha coinvolto giustamente tutti….il “magazziniere giovane” Andrea Marchiò, emozionato, non riesce a dire altro che……..”….che casino….”, mentre il massaggiatore Brunello Lorenzoni tiene stretta una splendida parrucca “testa di moro”. Siamo ormai alle ore 18,30, il clacson dell’auto del sottoscritto si è spento lentamente, così decido di accodarmi per continuare i caroselli ad una Mini scura che sventola vessilli rossoneri, con al volante Matteo Costa!! Si, avete capito bene, i caroselli sono proseguiti guidati dai giocatori rossoneri….incredibile!! L’auto di Mocarelli, ferma in mezzo alla strada con tutti gli sportelli aperti, bauliera compresa, lo stereo acceso a tutto volume con la voce di Freddie Mercury che intonava “We are the Champions”. La truppa (squadra, dirigenza e staff), si è spostata al ristorante “Pult”, dove i proprietari-tifosi hanno organizzato una cena per festeggiare; l’avvocato Luigi Viani, altro tifoso-dirigente (che in precedenza aveva percosso il sottoscritto con una rapida sequenza di “amichevoli pugni”), si è presentato al ristorante con l’uovo di Pasqua rossonero, donato dal Sindaco di Barga Umberto Sereni, con l’intento di romperlo a fine cena per augurare una buona Pasqua in anticipo……ma un colpo di testa di Manuel Pera al 25’ ha messo fine alle ostilità e l’uovo è andato in frantumi. Alla fine Giuliano Giuliani, ricordandosi di essere agli inizi della stagione di Formula 1, ha preso una bottiglia di Champagne e ha inzuppato tutti quanti…..podio e non podio! Vino e champagne a fiumi e poco importa se i proprietari del “Pult” dovranno far ricorso…..all’imbianchino….. La serata sta finendo, sulle ginocchia di molti di noi prende corpo la stanchezza di una lunga e indimenticabile giornata; è andato tutto come nelle più rosee previsioni, festa doveva essere e festa è stata. Il pubblico si è ricompattato con l’acquisto del nome e con la vittoria del campionato….dobbiamo ripartire da questo….e da quella frase del Presidente, detta dopo aver chiesto un attimo di silenzio….per chi non ha sentito (ma Giuliano ha una voce forte e chiara….), c’è sempre il labiale e quel gesto fatto con l’indice della mano destra….il prossimo anno!! Mancano ancora cinque partite alla fine…per i ringraziamenti ho in mente qualcosa di particolare e tutto il tempo che voglio…

Giulio Castagnoli

CAMPIONIultima modifica: 2009-04-06T18:26:01+02:00da fouzire
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento